IL CIRCO DI FALSTAFF
(scritto da Elisabetta Molteni)



"Il Circo di Falstaff" può essere presentato sotto forma di spettacolo teatrale in atto unico, oppure in cena con delitto.

Interazione con il pubblico a cena: Sì

Trama

La storia si svolge all'interno di un circo, il cui impresario, Falstaff, è un grottesco alcolista che sperpera tutti i proventi del suo circo nel gioco d'azzardo. A lui devono sottostare i suoi artisti; nel mirino ci sono tre di loro: Myro il domatore di leoni, Francesca l'equilibrista e Nora la maga veggente.
Una vita al limite, una storia d'amore, il dono della chiaroveggenza e una morte improvvisa: questi gli ingredienti di una storia in cui nemmeno lo scapestrato ispettore Farfalù riuscirà a risolvere la questione, ma solleverà inconsciamente uno stato d'animo che porterà alla luce la verità.

Nota di Giuseppe Leone (critico letterario).

Un Falstaff dei nostri giorni, questo di Elisabetta Molteni, divenuto nella sua fervida fantasia, un proprietario di circo, che non perde però l’antico pelo di cavaliere grasso e millantatore, qual’era nella messinscena di Shakespeare. Sguaiato nei movimenti del corpo e triviale nell’espressione verbale, Falstaff è un padrone crudele e spietato. Speculare a Falstaff è l’ispettore Farfalù, anch’egli volgare e scomposto rappresentante della giustizia, pronto a condannare o assolvere con disinvolta spregiudicatezza e grossolana improvvisazione. Satira contro il potere, Il Circo di Falstaff è la metafora di una società di fine impero, caduta sotto l’inevitabile governo dell’ignoranza e della villanìa.
Rassegna Stampa: resegoneonline.it




2012 © Compagnia del Lago - Associazione Culturale Lecco
C.F. 92058760130 - eMail: info@compagniadellago.org Tel. 392.6080058

Con il Patrocinio di