L'INGANNO
(scritto da Elisabetta Molteni)



"L' Inganno" può essere presentato sotto forma di spettacolo teatrale in atto unico, oppure in cena con delitto.

Breve anteprima

‘‘I quattro protagonisti Tom e Anita Spencer, Meg e Zacc Taylor, entrano velocemente nella locanda, bagnati dal temporale che li ha colti nel tratto di strada sterrata, all’ingresso del fitto bosco che conduce al castello di Vento, dove l’indomani si sposeranno i loro ricchissimi amici: Marco e Greta Ferrari; il loro è il matrimonio dell’anno! Si tengono le giacche vicino al petto, quasi a volersi proteggere ancora dalla pioggia, grandine e vento che li ha sorpresi nel tragitto. Loro ancora non sanno che al Castello non ci arriveranno mai..."

Nota di Giuseppe Leone (critico letterario):
Opera prima di Elisabetta Molteni nella duplice veste di autrice-attrice. L’inganno è una performance dai dialoghi agili e svelti, funzionali al ritmo vorticoso con cui i personaggi mutano le loro psicologie: da giovani belli e ricchi, eccoli trasformarsi in creature corrotte e perverse, in ultimo anche in assassini. Da Meg ad Anita, a Tom, a Zacc, sentiamo scorrere la filosofia dell’“eterno ritorno” alla vita, ai cui istinti primordiali non sembra essersi sottratta neppure l’epoca del consumismo e della globalizzazione. Commedia, dal genere giallo e d’ambiente a un tempo, L’inganno è, allora, la rappresentazione dell’attimo fuggente, della crisi dell’io, incapace di offrire all’individuo una salda coscienza e una stabile felicità.

Recensione della Stampa:
resegoneonline.it

ilflaneur.com